Mantis X8

Descrizione.

Il sito della Mantis per il tiro con l’arco è questo.

Vi voglio parlare del Mantis X8, un piccolo attrezzo elettronico molto utile, a mio avviso, per l’analisi del tiro con l’arco di qualunque tipo, cioè si può utilizzare utilmente con Arco Nudo, Olimpico, Compound o Istintivo.

Questo tool funziona con una batteria ricaricabile integrata, e quando è carico il suo funzionamento dura 12 ore. La ricarica avviene tramite una porta microUSB collegata ad una sorgente di 5v, quella che si trova sui PC e sui caricabatterie per smartphone.

Esso  è dotato di accelerometro + giroscopio + magnetometr che analizzano i modelli di movimento fatti dall’arco su cui è montato.
L’X8 analizza migliaia di punti dati al secondo, inviando i dati a un’app che fornisce feedback in tempo reale sulle prestazioni di rilascio. 

Nella confezione troverete il Mantis X8, un cavetto per la ricarica, un supporto per l’installazione sull’arco, una bustina con detergente, per pulire la superficie dell’arco, il tutto rinchiuso in una comoda scatoletta semirigida.

Come deve essere montato il Mantis X8 sull’arco.

Il Mantis X8 deve essere montato sull’arco in un posizione stabile, (per cui non è consigliabile la stabilizzazione) con orientamento orizzontale o verticale. È consigliabile lasciare asciugare il biadesivo per 24 ore dopo l’incollaggio.

Fatto questo, dovremo caricare l’applicazione MantisX-Archery disponibile per Android ed iOS. Una volta caricata su un cellulare o su un tablet, dovrete registrarvi al sito indicando il vostro indirizzo e-mail e scegliere una password.

Iniziamo ad usarlo.

Una volta montato il nostro dispositivo sull’arco, dovremo accenderlo, premendo per alcuni secondi sul bottone posto alla sommità del Mantis e una luce verde inizierà a lampeggiare, ora dovremo attivare il Bluetooth, aprire l’applicazione e ci troveremo questa schermata:

Cliccate su “Connettersi” e, se il Mantis X8 è stato acceso, dopo poco tempo avverrà la connessione e si aprirà la schermata seguente:

Per poter effettuare la calibrazione dovete tenere l’arco fermo, possibilmente appoggiato sul cavalletto con la stab in posizione verticale.
Una volta effettuata la calibrazione, potete cliccare su “Inizio” e si aprirà questa schermata:

Prima di iniziare a tirare dovrete indicare all’applicazione dove si trova nontato il vostro dispositivo, per cui, dovrete cliccare su impostazioni, e si aprirà questa schermata:

nella quale dovrete selezionare se avete un arco compound o ricurvo, poi, guardando l’arco nella posizione di tiro, dovete indicare se avete montato il Mantis sulla parte destra o sinistra dell’arco, e poi, avendo come riferimento la porta microUSB, dovete indicare se questa porta si trova girata verso l’alto, il basso, avanti (verso di voi) o indietro (verso il bersaglio).

In questa schermata ci sono anche altri settaggi da poter fare, ma li vedremo dopo.

Da questo momento, cliccando su allenamento, potete inziare a tirare, ed il Mantis registrerà i vostri movimenti, infatti dopo ogni tiro vi troverete con questa schermata:

Le tracce hanno diversi colori: la gialla indica il set-up (il sollevamento dell’arco), la arancione è la fase di mira, la croce bianca indica il momento del rilascio, la croce rossa indica il momento in cui la freccia ha lasciato l’arco, la linea rossa indica il follow through.

Nella parte alta a destra apparirà un punteggio, con valore massimo 100, che indica quanto siete stabili nella fase di rilascio, in pratica quanto sono vicine le due croci bianca e rossa, cioè quanto siete stati stabili dopo il rilascio. L’X8 registrerà un massimo di 30 frecce consecutive, dopodiché dovrete iniziare una nuova sessione.

Potete anche indicare il punto di impatto della freccia, cliccando, per ogni freccia, in alto a destra su “posizionamento” ed trascinando l’indicatore rosso sul punto di impatto sul bersaglio, automaticamente verrà indicato il punteggio, in modo da poter mettere in relazione ogni diagramma con il risultato sulla targa o sullo spot.

Analisi.

Cliccando in basso su “History”, si apre la pagina che riepiloga le varie sessioni, permettendo di selezionarne una per l’analisi:


Nella schermata sopra riportata possiamo vedere la data, il numero di frecce tirate, il nome dell’arciere ed il punteggio medio della sessione.

Cliccando su una sessione torneremo alla vista del tracciato del movimento dell’arco, nel quale, cliccando sul triangolo rosso in basso a sinistra della schermata delle tracce, si possono vedere i movimenti al rallentatore, per ogni singola freccia, invece, spostando con il dito il pallino rosso che si trova in basso a fianco del triangolo rosso, si può guidare la ripetizione della traccia con la velocià di spostamento del dito, oppure si possono vedere solo le tracce di ogni segmento distinto, cliccando sulle quattro parole colorate in basso, sopra al numero della freccia. Cliccando la singola freccia si vedranno le informazioni singole.

Poi vi sono altre tre possibilità di analisi: la prima, cliccando in alto si “Inclinazione Arma”, indica gli angoli di inclinazione:

sulla sinistra vedete la media di inclinazione dell’arco verso l’alto o verso il basso, andando verso destra ci sono delle righe verticali con due numeri: il numero giallo in basso indica l’alzo per ogni tiro, mentre il numero bianco in alto indica l’inclinazione dell’arco sul piano verticale (quanto l’arco è storto).

Poi possiamo fare un’altra analisi cliccando su “Timer” e si aprirà una schermata simile a questa:

che ci darà le indicazioni sui tempi: iniziando dal basso abbiamo il tempo otale dal set-up al rilascio, sopra, in celeste abbiamo il tempo di set-up, segue il tempo di pre-mira, in giallo, ed il tempo di mira (in arancio), più in alto ancora abbiamo il tempo trascorso tra una freccia e la successiva.

Infine, cliccando su “Posizione”, se l’avete inserito manualmente, troverete l’impatto delle frecce.

Cliccando su “History” potrete scegliere il gruppo di frecce da analizzare.

l’icona “Gruppi”, molto utile agli istruttori, serve invece ad effettuare l’analisi dei tiri fatti dagli allievi, aggiungendo nel gruppo il nome dell’allievo che monterà il proprio X8 durante gli allenamenti, anche in assenza dell’istruttore.

Qui si possono creare dei “Follower” o dei “Gruppi” ai quali possono essere indicati degli obiettivi, si possono scambiare messaggi, ecc.

Un’altra funzione che si può attivare da “Impostazioni”, Impostazioni avanzate, è l’indicazione del clicker (solo per olimpici):

se attivata, nella schermata dei diagrammi verrà segnato un quadrato bianco nel momento dello scatto del clicker.

Su questo sito, si possono rivedere le sessioni di tiro.

Altre impostazioni.

Ritornando alla schermata delle impostazioni, possiamo indicare il tipo di bersagli e la distanza, e possiamo registrare altri “Subuser”, cioè altri arcieri che tirano con lo stesso X8, e che l’istruttore può tenere separati per successive analisi delle prestazioni.

Per cancellare una freccia bisogna tenere tenere premuto sul numero della freccia da eliminare e poi confermare.

Per cancellare una sessione bisogna fare uno swipe verso sinistra e poi cancellare.

Nella seguente schermata

si può scegliere il “subuser” o, nella schermata successiva, aggiungerne un altro, si possono sincronizzare i dati con i followers o i gruppi, leggere le istruzioni (nella versione iOS in inglese) o spedire un rapporto via e-mail.

Metodi per spostare il Mantis X8 su diversi archi.

Sono stati progettati diversi accessori da utenti vari per poter spostare l’X8 su altri archi, o per installare l’X8 senza incollarlo sul riser o sulla barra del mirino.

Grazie alle stampanti 3D, ormai molto diffuse, possiamo approfittare della gentilezza di questi utenti, e potremo stampare questi oggetti, da poter usare sulla barra del mirino, o nel secondo foro del bottone, che troveremo sul sito Thingiverse, cercando “Mantis X8”.


Esiste anche un oggetto, costruito per altro uso, che potete trovare QUI, sul sito Tight Lite Archery.